Riciclare la carta in modo sostenibile

Il riciclo della carta rientra nelle attività di gestione dei rifiuti che alimentano e valorizzano la circolarità di un’economia sostenibile per l’ambiente. Una raccolta differenziata efficace consente di re-immettere nel processo produttivo il materiale cartaceo di scarto. Sottrarre materiali preziosi come la carta alle discariche per dar loro nuova vita è, prima di tutto, un’operazione di buon senso. Ed è l’obiettivo della raccolta differenziata. Nell’arte del riciclo, la carta gioca un ruolo fondamentale, nonostante la sua biodegrabilità, risparmiare sul consumo della carta significa salvare degli alberi, consumare meno e dunque risparmiare sia in termini energetici che economici. E’ sufficiente recuperare una tonnellata di materiale cellulosico per salvare 3 alberi alti 20 metri, riducendo impatto ambientale e risparmiando risorse preziose per l’ambiente. Quindi nonostante la carta sia biodegradabile e nonostante smaltirla non comporti danni ambientali, riciclarla significa comunque salvaguardare l’ambiente perché ci consente di risparmiare alberi, acqua, energia. Oltre a combattere il cambiamento climatico la carta riciclata consente di far diminuire il disboscamento, prevenire l’erosione del suolo, preservare i bacini idrici e proteggere la biodiversità.

Le regole per una corretta raccolta differenziata di carta e cartone sono poche e semplici:

Carta e cartone da riciclare vanno depositati all’interno degli appositi contenitori
Gli imballaggi con residui di cibo(come i cartoni della pizza) non vanno nella raccolta differenziata. Non solo generano cattivi odori ma contaminano la carta riciclabile.
Gli scontrini non vanno gettati con la carta perché sono fatti con carte termiche che generano problemi nel riciclo. La carta oleata – come quella di formaggi o salumi – non è riciclabile.
I fazzoletti di carta non vanno nella raccolta differenziata. Sono antispappolo e quindi difficili da riciclare
La carta sporca di sostanze velenose come vernici o solventi non è riciclabile.
I materiali non cellulosici come punti metallici o nastri adesivi vanno separati dalla carta.
Inoltre non si possono riciclare la carta da parati, la carta da pacchi se è costituita in parte da un materiale plastico, la carta anticorrosiva VCI e la carta kraft paraffinata, quindi non si possono riciclare carta da forno, carta oleata e carta fotografica.

La carta e il cartone possono avere molte vite. Basta separarli accuratamente dal resto dei rifiuti per farli tornare a nuova vita sotto forma di nuovi prodotti.

Per maggiori info potete contattarci a:
confconsumatori.pisa@gmail.com

Confconsumatori Pisa

confconsumatori.pisa@gmail.com