Diritto di recesso per il consumatore

Il diritto di recesso per ripensamento è regolamentato dal codice del consumo, che se ne occupa agli articoli 52 e seguenti.
Consiste nella possibilità concessa al consumatore (colui che agisce per scopi estranei all’attività commerciale) di recedere unilateralmente dal vincolo contrattuale stipulato con il venditore, restituendo il bene acquistato o revocando l’ordine effettuato, ottenendo la restituzione del prezzo pagato.
Può essere esercitato con riferimento a due specifiche ipotesi: se il contratto viene concluso a distanza (es. acquisti via internet, a mezzo televendite) e se il contratto viene concluso al di fuori dei locali commerciali (es. acquisti effettuati per strada, porta a porta).
Il diritto può essere esercitato entro 14 giorni dal ricevimento del bene da parte del consumatore o entro 14 giorni dalla conclusione del contratto in caso di acquisto di servizi.
Una volta ricevuta la comunicazione di recesso, il venditore deve restituire il prezzo pagato entro 14 giorni dalla ricezione della comunicazione stessa, utilizzando lo stesso metodo di pagamento dell’acquirente. Il consumatore deve, entro lo stesso termine decorrente dalla data di invio della comunicazione, restituire la merce, integra, con il sigillo originale o le etichette intatte e senza essere stata manipolata in modo da diminuirne il valore originale.
Il diritto di recesso non si applica quando siamo noi ad entrare in un negozio per fare acquisti e poi ce ne pentiamo, in questi casi la merce non può essere rimborsata, ma può essere cambiata a discrezione del venditore.
Nel caso invece di recesso per prodotto difettoso o non conforme, la legge prevede la Garanzia Legale contenuta negli artt.128 e seguenti del Codice del Consumo. Quando compare un difetto di conformità o un malfunzionamento, è possibile entro 2 anni dall’acquisto, chiedere al negoziante la riparazione o la sostituzione del prodotto senza alcuna spesa, mostrando lo scontrino fiscale. Se la riparazione o la sostituzione non sono possibili, il consumatore può chiedere o la riduzione adeguata del prezzo di acquisto o la risoluzione del contratto con la restituzione della somma versata.

Per maggiori info potete contattarci a:
confconsumatori.pisa@gmail.com

Confconsumatori Pisa

confconsumatori.pisa@gmail.com