BLACK FRIDAY in arrivo

E’ in arrivo il Black Friday, un’usanza consumistica nata e cresciuta negli Stati Uniti, diffusa negli ultimi anni anche in Europa, che è divenuta oramai un fenomeno globale. Si tratta di un giorno in cui i negozi applicano dei fortissimi sconti sulla merce per invogliare i consumatori ad acquistare, incrementando così le proprie vendite.

Le ipotesi sul significato di Black Friday sono diverse: c’è chi lo associa al traffico e ai disagi creati dalle centinaia di migliaia di persone in coda per assicurarsi i prodotti scontati, e chi lo attribuisce al venerdì nero delle aziende, i cui dipendenti si davano malati per poter approfittare degli sconti, ma la più attendibile ha a che fare con i registratori di cassa e i libri contabili dei negozi, che da quel giorno dell’anno cominciavano a registrare costantemente il segno + e così a “colorarsi” di nero (colore con il quale venivano segnati i guadagni, al contrario del rosso che identificava le perdite).
Cade tradizionalmente il giorno successivo al Thanksgiving Day, il Giorno del Ringraziamento, che a sua volta ricorre il quarto giovedì di novembre. Non esiste dunque una data fissa per il “venerdì nero”. Quel che è certo, però, è che da quel giorno inizia, più o meno ufficialmente, il periodo natalizio.

Quest’anno le immagini di resse apocalittiche ai grandi magazzini che arrivano dagli Stati Uniti in occasione di ogni Black Friday,  non si vedranno a causa della pandemia. Ma la ‘ressa’ si sposterà senza dubbio online, dove i consumatori sono pronti a cliccare velocissimi sugli sconti virtuali più vantaggiosi. Da qualche anno oramai il ‘venerdì nero’ dedicato allo shopping al ribasso ha trovato sul web la sua piattaforma ideale, e nei giorni precedenti al fatidico Friday cominciano ad esserci offerte più accattivanti su molti siti di e-commerce. Ma siamo davvero così sicuri che gli sconti proposti siano convenienti? Per i consumatori, non è sempre così.

Come devono tutelarsi i consumatori?
1) Innanzitutto, è importante non farsi prendere dalla fretta: molti deal giocano sull’emotività (‘ne rimane solo 1’, timer, avvisi che incitano a sbrigarsi o tutto sarà perduto) ma è importante prendersi il tempo necessario per capire se l’affare è davvero conveniente, quando si tratta di e-commerce non ci si dovrebbe fidare troppo di claim che pubblicizzano offerte follemente vantaggiose, potrebbero essere siti che ‘giocano’ con l’iva o che mettono in vendita merce di incerta provenienza.

2) Un consiglio sempre utile ma particolarmente indicato durante il Black Friday è quello di confrontare il prezzo di un prodotto su varie piattaforme, anziché dare per buona la grafica che indica il 30, 40, 50% di sconto. Fidarsi delle diciture, spesso in rosso, che indicano il ribasso non è sufficiente: occorre conoscere il prezzo originale reale (e questo vale sempre, anche con i saldi in negozio).

3) Infine, prima di acquistare un articolo a prezzo ribassato è fate i conti con le spese di spedizione. Lo shopping online ci ha abituato in molti casi a spedizioni gratuite, ma non sempre è così. In particolare quando si tratta di grossi articoli (elettrodomestici e mobili per esempio) non è affatto detto che la consegna a casa – o al piano – sia gratuita. In certi casi la spesa può lievitare anche di 50 o 100 euro, annullando di fatto lo sconto.

 

Fonte dell’articolo: Web

Realizzato con utilizzo dei fondi Ministero dello Sviluppo Economico ripartizione 2020

Per maggiori info potete contattarci a:

confconsumatori.pisa@gmail.com

Confconsumatori Pisa

confconsumatori.pisa@gmail.com